Lettonia

Recensione presa dal web

Cercate delle belle ragazze bionde lettoni e un divertimento sfrenato? La Lettonia è la patria della gnocca per un viaggio della gnocca che vi soddisfi pienamente. Riga, la capitale della Lettonia, è un attrazione mondiale per i viaggi turistici e pensiamo che sia anche la capitale mondiale della gnoccae delle belle donne. Le fighe sono fantastiche così come la città e i night club per il divertimento; se volete fare un viaggio della gnocca in inverno copritevi bene perché in Lettonia, anche se ci sono tante belle gnocche che possono riscaldarvi nel fare sesso, fa molto freddo!
Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 3)
Prendiamo una recensione di esempio su http://www.gnoccatravels.com/

In Principio:

Era il 2007 quando il Professore e 4 membri del

Collegio Docenti

dell’ “Istituto di ricerca della gran Gnocca straniera”

sbarcarono per la prima volta sulle coste del Mar Baltico per studiare, analizzare la situazione CUL-turale dell’ area. Rimasto piacevolmente estasiato dai luoghi, il Professore decise che l’ approfondimento della CUL-tura locale meritasse molte altre visite, e da allora più o meno una volta al mese il Professore ritorna in quei luoghi…

Non penso comunque interessi molto, a chi sta per intraprendere un viaggio a Figa, conoscere i dettagli dei miei viaggi, ma credo interessi sapere come muoversi, cosa fare ma soprattutto cosa NON fare a Figa.

PREMESSA:

La Figonia ( Latvija in lingua locale-Lettonia in italico) è una piccola repubblica affacciata sul Mar baltico,

è stato membro della UE dal 2004, Schengen dal dicembre 2007. La lingua ufficiale è il lettone, anche se nella città di Riga capita molto più spesso di sentire parlare in russo.

( che è conosciuto più o meno bene da tutte)

Contrariamente alla retrograda mentalità italica, che ancora pensa che nei paesi Ex-URSS bisogna portare jeans a gomme da masticare perchè non sanno cosa siano,

a Figa lo standard di vita medio è abbastanza buono, in centro Figa si vedono più SUV che in centro Como….. è vero che la crisi ha colpito duro i Paesi Baltici, provocando una forte emigrazione (non verso l’ Italia) ma chi è rimasto se la cava

abbastanza bene.

COME ARRIVARE:

A meno che non vogliate farvi un paio di migliaia di Km in macchina, il modo più veloce per giungere in Figonia è l’ aereo.

Ci sono partenze dirette giornaliere da Linate e Fiumicino con AirBaltic, la compagnia di bandiera che offre voli abbastanza economici (opera in code share con Alitalia) e 4

la settimana con Ryanair da Bergamo.

Oppure da altri luoghi con scalo. PER ANDARE IN LETTONIA NON SERVE IL PASSAPORTO! BASTA LA CARTA DI IDENTITA’!!

Una volta arrivati all’ aeroporto di Figa-Lidosta, ci si rende subito conto di essere in un luogo idilliaco… gnocche ovunque… (che ovviamente non sono li ad aspettarvi!)

COSA FARE UNA VOLTA ARRIVATI:

Dopo essersi ripresi dallo shock gnocchilattico, ed avere preso eventuali bagagli, si consiglia di fermarsi ai primi bancomat (che sono anche in inglese) a prelevare moneta locale (1 LAT = 1,4 Euro)… evitate i cambiavalute, che ci guadagnano sul cambio ed evitate di portare tanto contante, a Figa ovunque accettano la VISA!

Consiglio di partire con un cellulare di scorta ed acquistare subito in aeroporto al chioschetto NARVESEN una SIM locale. A Figonia

le SIM si acquistano liberamente, senza bisogno di carte di identità o codici fiscali!!! Cosi avrete un sacco di

vantaggi: quando vi chiameranno dall’ Italia non pagherete a ricevere, chiamerete i numeri locali a tariffe locali (bassissime!) e soprattutto, avrete una speranza in più che le eventuali gnocche

locali vi richiamino, pagando loro pochissimo. N.B. Non fate MAI

squilletti, a Figonia lo squillo non significa ” ti penso” bensi

” sono un barbone, ho finito i soldi, richiamami”

Una volta usciti dall’

aeroporto, a meno che non vi piaccia prenderlo in culo, evitate categoricamente di prendere il taxi per arrivare in centro.

O prendete il Baltic Bus, che con 5 Neurelli vi porta in centro direttamente, oppure fate 40 metri a piedi e prendete l’ autobus N. 22 che con 0.70 Lats vi porta direttamente in centro ( in 20/30 minuti) . Il biglietto lo si acquista a bordo.
Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 3)
DOVE ALLOGGIARE:

Per un viaggio all’ insegna della gnocca free, evitare il Radisson Blue (Ex Reval Hotel Latvia) sulla cui sommità vi è lo Skyline bar. Le gnocche locali lo considerano “l’ albergo dei puttanieri”

Se avete un po di pecunia da spendere, consiglio “Opera Hotel and SPA” oppure il ” Gutenbergs” , se invece volete risparmiare consiglio “Hotel Liene” (non troppo lontano dal centro e prezzi ottimi), “Hotel Forums” oppure “Hotel Hanza” oppure …cercatevelo su Expedia—Se invece non siete avari, ma preferite pagaervela la gnocca, allora alloggiate di sicuro al Radisson Blue… le pay sono già nella hall pronte ad attendervi!

Da

non scartare è l’ ipotesi ostello, soprattutto in caso di viaggi solitari. Conoscete un sacco di gente nuova e se vi va bene potete anche trombarvi

una americana ubriaca oppure la TURISTA RUSSA, vero obiettivo del gnoccatraveler che si reca a Figa per la prima volta e senza avere il contatto. Consiglio il Naughty Squirrel, in Kaleiu Iela.

DOVE NUTRIRSI E COME MUOVERSI:
lettonia
Il centro di Figa pullula di ristoranti di vario tipo… non so cosa consigliarvi, dipende dai vostri gusti, comunque da non perdere il “Lido”

e i mitici Double Coffee, di cui il centro è disseminato.

Economici sono i Chili Pica, in particolare consiglio quello nell’ edificio Stockmann e Forum Cinema.

Se

volete mangiare cibo italico, Trattoria del Popolo, e Patio . Se invece siete fighetti del cazzo che amate il sushi, ci sono Planet Sushi e il Kabuki.

A Figa ci sono autobus, tram e filobus che portano a basso prezzo ovunque in città,

fino circa alle 23.00. Per il resto si usa il Taxi, ma attenzione alle “sole”….Consiglio il Baltic Taxi, che potete chiamare dalla vostra Sim lettone al numero 8500. I taxisti sono tutti dipendenti, quindi a loro non interessa fottervi sul prezzo. Buon prezzo anche l’ Alviksa Taxi, che trovate al numero 67 25 35 35.
Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 3)
Mai prendere taxi stanziali, chiamare sempre la centrale prima, vi costa meno.

Per chi fuma, potete trovare le vostre sigarette alle casse dei vari supermercati (esempio nel Rimi dentro il Galeria)… visto che costano molto poco, vi consiglio di portarvene a casa qualche stecca—

entro la UE potete portarne fino a 5.

QUANDO ANDARE

Per il pay, ogni giorno va bene.

Per il free, da evitare capodanno, feste e ponti….ed il mese di agosto ovviamente. Causa elevata presenza italiota non all’ altezza.

COSA VISITARE

Il centro di Figa è relativamente piccolo, lo si gira tranquillamente tutto in un giorno. Tipica architettura Nord-Europea, con edifici in stile Art Nouveau (Casa del Gatto), la Casa delle Teste Nere,

chiese in stile Germanico, in particolare il Duomo e la Chiesa di San Pietro (è possibile salire sino in cima) Da non perdere anche la Cattedrale Ortodossa, proprio di fronte al Radisson Blue. Fate una sosta anche davanti alla statua del Big Christofer, sul lungofiume Daugava. Immancabile anche la foto sotto l’ orologio Laima, e davanti al monumento della libertà.

Consiglio anche

di fare un giro alla Torre della TV (struttura molto simile a quella della Torre Eiffel) , che con i suoi circa 370 MT è l’ edificio più alto dell’ Unione Europea. Non si può arrivare sulla sommità, ma alla terrazza che è a circa 100 mt di altezza.

Penso che sulla logistica abbia detto tutto…passiamo ora al vero motivo di un viaggio a Figa:

LA GNOCCA

lettonia

PREMESSA SULLA GNOCCA LOCALE

Il Collegio Docenti, ha decretato che Figa (Riga in Italico) è la città con la più alta presenza di VERA GNOCCA del pianeta terra.

In

Ucraina, Svezia ed Estonia ci sono delle perle di rara bellezza, ma la media di Figa è la più alta.

Sebbene la crisi che ha colpito il Baltico abbia costretto molte giovani ad emigrare, Figa resta sempre il top.

A Figa, la fauna si divide in due categorie, la Gnocca Lettone e la Gnocca Russa

(capitolo a parte vale la Gnocca Turista).

Sebbene nei teen

queste differenze siano meno marcate, vi sono delle differenze più profonde per quelle nate negli anni 80 (o prima)… qui di seguito una analisi gnoccologica più dettagliata.

GNOCCA LETTONE

Le gnocche lettoni si possono suddividere in due sottocategorie, quelle di origine Teutonica, e quelle di origine Slavonica. Le prime hanno un cognome molto “germanizzante” come per esempio Kaufmane, Almane, Andersone etc…Le seconde hanno un cognome più slavo, come per esempio Lapina, Purina etc…

La gnocca lettone è senza ombra di dubbio quella fisicamente migliore essendo proprio un mix di varie tipologie, e proprio per questo non si può trovare un “tipo lettone”.

L’ altezza è generalmente superiore ai 170 cm, è possibile trovare ragazze con capelli neri, occhi azzurri e pelle bianchissima; ragazze con i classici capelli biondi e gli occhi azzurri; ragazze con capelli biondi, occhi verde/nocciola e pelle quasi mediterranea oppure ragazze con capelli marroni e occhi marroni, ma sempre con carnagione bianchissima….

La gnocca lettone, è fisicamente superiore, ma culturalmente inferiore a quella russa, sebbene sia più intelligente della media italica oppure delle ottuse estoni … (già gli antichi romani definivano gli Eesti degli idioti)

La mia esperienza mi conferma che la gnocca lettone è molto furba, molto più materialista e più spigliata della gnocca russa. A letto… superbe, le lettoni testate dal Prof si sono rivelate tutte delle vere e proprie dominatrici, instancabili e insaziabili. A letto, comandano loro.

GNOCCA RUSSA

La gnocca russa comprende circa la metà delle gnocche che si incontrano a Figa (mentre nel resto di Figonia, le russe sono molte meno) sono forse meno belle, ma più appariscenti delle lettoni. Difficilmente troverete una russa vestita non alla moda.

Culturalmente sono superiori a tutte, è veramente molto piacevole trascorrere del tempo con una ragazza russa di Figa. In un uomo apprezza molto il livello culturale più che quello economico, è molto tradizionalista, e ha molti più valori ( anche delle stesse russe di Russia)….. Una russa di Figa che va in Turchia in vacanza perchè a loro costa pochissimo, non si scoperebbe mai un turco ( cosa che invece

lettoni, estoni oppure russe di Russia a volte fanno)

Sono più “difficili” delle lettoni (poche balle, se piaci a una lettone, non si fa problemi a dartela subito)

e meno “performanti “… ma nell’ insieme io le preferisco.

GNOCCA TURISTA

Figa, è diventata negli ultimi anni una meta di turismo giovanile che ci passa qualche giorno nei vari ostelli. E’ anche meta di turiste russe (dalle piccole città confinanti con la Figonia) che approfittano della economicità della Capitale della Figa per potersi fare un giretto nella UE. Dato che in città come Pskov, l’ italico non è (per il momento) eccessivamente sputtanato, si può dire che siano le uniche vere possibili prede (insieme alle Svedesi o alle Americane ubriache) di un gnoccatravel a Figa senza avere un contatto in loco.

REQUISITI PSICOFISICOATTITUDINALCULTURALI

MINIMI PER UNO GNOCCATRAVEL A RIGA NELLA SPERANZA DEL FREE

1)Prima di decidere di intraprendere un pellegrinaggio nella Capitale di Figonia, si richiede un autolavaggio del cervello per eliminare dalla mente il pensiero che le gnocche locali siano li ad aspettarvi in quanto italiani. A Figa, il passaporto italiano non è un plus, ma è un minus, in quanto a causa di orde italobarbariche, chiassose, maleducate e ignoranti (impensabile che nel 2011 abbia dovuto sentire un idioitalico cercare di catturare una gnocca locale con la frase ” Hallo, you are beautiful, i want to take you to Italia”) la figura dell’ Italiano non è più associata a quella di Casanova o Rocco, ma a quella di un pagliaccio puttaniere.

2)Età minima di 23 anni. Non vogliatemene, ma essendo le gnocche locali molto più avanti delle nostre,

una 18enne di Figa è paragonabile, come mentalità ad una 25enne italica…

3)Conoscenza di una lingua straniera oltre l’ inglese. L’ ideale sarebbe conoscere un poco il russo, altrimenti

consiglio il francese in quanto a Figa sono pochi e molto educati, dunque fintarsi francesi permette di superare l’ ostacolo dato dall’ italianità.

4)Aspetto gradevole ed eleganza nel vestire. Il che non significa mettere giacca e cravatta in piena estate, ma evitare magliette delle squadre di calcio, bandane, e la t-shirt con scritto “Italia”…. Le uniche cose che le locali apprezzano negli italiani sono l’ abbigliamento e la cucina, quindi…sobrietà!

5)Livello di cultura generale medio, se non medio/alto; questo vale in particolare per la gnocca russa, a loro interessa molto di più il “cosa sai” del

“quanto hai” o del “come sei”

6)Questo vale solo per le Vere Gnocche: Altezza minima di 180 cm: a Figa, la Vera Gnocca è alta più di 170 cm e mette tacchi alti…. e a loro non piace essere più alte del partner

ELEMENTO FONDAMENTALE PER UN GNOCCATRAVEL A FIGA ALL’ INSEGNA DEL FREE: IL CONTATTO

Come dice la filastrocca: ” Se il contatto non avrai, a Riga free non scoperai”.

Avere un contatto in loco è essenziale per una buona riuscita di uno gnocca travel a Figa.

Come procurarsi il contatto?

1) Internet:

usate Badoo, Fun Nation, Zorpia, Draugiem.lv, One.lv, freepersonals, meetic… per un qualche mistico motivo, la gnocca locale considera il periodo di conoscenza virtuale (se ovviamente coadiuvato da webcam e audio) come un periodo di conoscenza quasi reale e dunque se riuscite a fare colpo via internet, siete a posto, le probabilità di far ballare il materasso aumentano in modo elevatissimo già al primo giorno.

2) Amici che ci sono già stati e che hanno contatti….. dite loro di non fare i bastardi, e fatevi dare qualche contatto da coltivare via internet prima della partenza…vale il discorso di prima.

3)Sembra strano, ma ha funzionato. Fatevi amici di un o di una locale che vi possa introdurre amiche . Con una presentazione da parte di un amico fidato, la gnocca locale sorpasserà il pregiudizio verso l’ italico….senza contare il fatto che questo vi permette di entrare nelle festicciole varie che fanno negli appartamenti o nelle casettine di campagna dove l’ alcool scorre a fiumi…

4) fate un primo viaggio “esplorativo” per raccogliere vari contatti msn o facebook (chiedere il numero di telefono è molto più da persona interessata ad una toccata e fuga) da coltivare. Così avrete due vantaggi, se lei volesse farsi un giretto in Italia, non disdegna di incontrarvi e quando voi farete il secondo viaggio, sarà li ad aspettarvi.

RIGA NIGHTLIFE

A Riga la nightlife dei week end è particolarmente ” attiva”, mentre durante gli infrasettimanali è quasi pari a zero.

Sebbene negli ultimi tempi il Professore preferisca passare tutta la notte direttamente a casa delle amiche, quella volta durante l’ anno che si lancia in ostello per trovare fauna “nuova”

si fa un girettino in qualche club locale.

Essential: La disco più famigerata di Figa, dove ci vanno Dj famosi. Dalle locali è definita ” la disco degli italiani” vista l’ elevata presenza italiota. Ci si va per la musica, non per rimorchiare.

La Rocca: presenza teen molto elevata. Discreta presenza italiota.

Push club: appena aperto spaccava abbastanza, adesso un po meno. il gruppetto di italoidioti si trava sempre.

The Club: una volta si chiamava Nautilus, vista la forma di sottomarino. Era la mia discoteca. Ci lavorava la mia amica come barista, quindi bere gratis e ingresso gratis per me. Presenza italica pari a 0, presenza maschile quasi nulla…. vi erano dei momenti dove nella seconda salettina ero praticamente l’ unico uomo…Purtroppo ha chiuso come Nautilus e ha riaperto come “The Club” ed è abbastanza cambiato.

Salt and Pepper: E’ un po che non ci vado, non so nemmeno se è ancora aperto, però era veramente carino. Economico, dopo una certa ora da bar diventava un discopub. Si ballava sui tavoli. Presenza italiota pari a 0.

De Puta Madre: Bar Rock sotto l’ Ostello “Riga”… caruccio, niente di che, ma almeno 0 italidioti.

Belle epoque: qui merita un capitolo a parte. E’ una bettola che si trova in un seminterrato dove bere costa pochissimo. A me personalmente piace. E’ pieno di studenti stranieri che fanno l’ erasmus, turisti spagnoli e qualche turista francese, pochi italidioti e qualche semi-pro locale. Semi-pro nel senso che facendole bere ed ubriacare ci stanno.

Per riassumere, a Figa rimorchiare una bella pollastrella in discoteca e bombarsela al primo giorno è compito arduo. La slinguazzata è facile, ma cazzo, solo Oscar si fa 2000 km per slinguazzare.

N.B. A Figa le ragazze sono molto cordiali, e a differenza delle italiche, se rivolgi loro la parola ti rispondono per educazione. A volte ci puoi anche ballare, ma questo non significa che automaticamente ci stanno.

WARNING!!!: Nessuna ragazza locale vi “abborderà prima lei ” diffidate da quelle che sembrano troppo facili

soprattutto se incontrate nei bar: il rischio di conti salatissimi è elevato.

PER LA GNOCCA PAY

Siccome a Figa preferisco scoparmela gratis la gnocca, si rimanda ad altra recensionesuccessiva che mi forniranno, se vorranno altri utenti.

Io sono dell’ avviso: se devo pagare è meglio il Ticino che è più vicino.

PER CONCLUDERE

Oramai Riga non può essere considerata come meta del turismo per la gnocca “facile” .

Dovessi consigliare a qualcheduno se intraprendere un viaggio a Riga per la gnocca free direi: “NI”

Le probabilità di scopacchiarsi una ragazza la prima sera, se non si hanno contatti, sono praticamente le stesse che in una qualsiasi serata milanese.

Tuttavia vista l’ elevata qualità del materiale locale, se si riesce a timbrare il cartellino, lo si fa con una ragazza che veramente qui in Italia si può solo sognare.

Un saluto a tutti e dal Vs. Professore
Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 3)

Lascia un commento