Inghilterra

Recensione presa da http://www.gnoccatravels.com/

Guida per un viaggio della gnocca a Londra, tanta figa e molte sfaccettature

PREMESSA

Ho deciso di pubblicare una recensione su Londra per via dei tanti connazionali che visitano questa splendida citta’, una delle culle contemporanee dell’Occidente, e per via dei topic che si focalizzano solo sul pay. E’ rivolta a tutti, chi ci va per un periodo di vacanza o chi pensa di trasferirsi permanentemente. Io sono residente da 7 anni, nonostante voglia farmi una nuova esperienza da qualche altra parte. Non sto qui a fare la guida Lonely Planet o TripAdvisor, sul web troverete tutte le informazioni su Londra. Io scrivo cosa fare e non fare da un punto di vista GT in cerca della gnocca free.

TRASPORTI

Ci sono cinque aeroporti: Heathrow, Gatwick, Stansted, City and Luton. Se potete volare su Heathrow e’ la soluzione migliore, visto che la metro vi collega direttamente con il centro (Piccadilly/Green Park). Tanti volano su Stansted per via delle compagnie low-cost. In questo caso, come molti sapranno, potete usufruire dei servizi di Terravision e Easybus per raggiungere Liverpool Street e Victoria con la prima, Baker Street e Victoria con la seconda (15 gbp a/r). Victoria e’ capolinea dei pullman per l’aeroporto e per le tratte nazionali. Da qui partono e arrivano anche i bus da e verso i paesi estici. Una volta in citta’, e’ facile spostarsi usufruendo dei mezzi pubblici: i double-decker, la underground e la overground. Potete comprare la Oyster Card con un deposito di 5 sterline che vi verranno ridate indiete se restituite la Oyster. Vi conviene prendere questa card per alleviare i costi alti dei trasporti.

Un abbonamento zona 1-2 (32 gbp il settimanale, 124 gbp il mensile) dovrebbe bastarvi, a meno che non dobbiate andare a Wembley (zona 4) o Wimbledon (zona 3). Guardate il link copiato sotto per una guida completa ed aggiornata del tariffario. Consiglio altamente di evitare i taxi che costano una sassata. Uber e’ popolarissimo, quindi se proprio dovete usare un mezzo privato, prenotate con questa app.

http://content.tfl.gov.uk/2016-adult-fares.pdf

ALLOGGIO

Questo e’ un tema soggettivo e dipende dal potere d’acquisto che avete. Se siete ricchi-fancazzisti

fate un po’ cio’ che volete come nel resto del mondo. Altrimenti, vi serve un reddito. Con uno stipendio buono (2000 gbp nette al mese), potete trovare un monolocale in zona 2 (1000 -1500 gbp). Alla fine del mese non vi rimane quasi nulla, ma ci state dentro se dividete l’affitto in due. A questi prezzi trovate appartamenti anche in zona 1, ma solo studio flat piccoli o bed sits fatiscenti. In zona 3-4 trovate monolocali piu’ economici (700-1000 gbp) e ne vale la pena visto che i mezzi di trasporto sono efficienti. Detto questo, potete anche alloggiare in zona 2 con altre 8 persone e condividere la camera per abbattere i costi dell’affitto (300 gbp), ma penso che a nessun GT interessi prendere questa strada. Oppure venite da me in zona 4 :)))).

Se venite a Londra per periodi brevi, Airbnb puo’ essere un’ottima opzione, ma solo in zona 3-4, perche’ chi ospita in zona 1-2 tende a sparare cifre assurde, vista la domanda alta che esiste per Londra. Gli hotel in zona 1-2 hanno costi molto elevati: se io fossi un GT in breve trasferta (non pagata dal datore di lavoro) mi butterei in un Airbnb in zona 3-4. Potete ospitare gnocche in un appartamento comodo, pulito e spazioso e non in un buco. Se la gnocca vi vuole trombare vi segue dovunque, basta che il luogo dell’atto finale sia almeno presentabile. Se la gnocca e’ inglese e ubriaca, basta andare al bagno del locale in cui l’avete abbordata, ma se siete tipi romantici e avete con voi una gnocca sofisticata, sapete cosa fare. Airbnb e’ sicuramente il sito migliore per soggiorni brevi inferiori ai tre mesi. Se pianificate di stare per piu’ di tre mesi, vi consiglio i seguenti: spareroom.co.uk; flatshare.com; easyroommate.com; zoopla.co.uk. Per favore evitate Gumtree, famoso per le fregature.

DOVE MANGIARE

Ci sono ristoranti di ogni genere e offrono le cucine di tutti i paesi del mondo. Ora vanno di moda la cucina coreana, messicana, greca e giapponese. Con la Tastecard, una tessera risparmio, avete lo sconto del 50 per cento su molti ristoranti. Grazie a questa card io ceno fuori due volte a settimana. I ristoranti italiani sono tantissimi e potete trovare una pizza veramente buona. La pizza piu’ deliziosa si mangia al ristorante Donna Margherita a Clapham Junction. E’ un posticino veramente romantico dove portare la gnocca per fare scena. In Soho c’e’ addirittura una polenteria dove si mangia benissimo. Ci sono anche Malletti, e autentiche catene italiane come Princi (quelli di Milano), Fratelli La Bufala e RossoPomodoro. Ogni settimana vengono organizzati vari aperitivi italiani, i migliori sono Arancina in Bayswater e Rana in Euston. Tra i ristoranti migliori c’e’ Piccolino, frequentato da uomini d’affari e gente locale che apprezza il cibo italiano di alta qualita’.

Evitate i finti ristoranti italiani: Prezzo, Pizza Express, Strada, Vapiano e Bella Italia. La cucina inglese offe poco, ma il poco che propone non e’ male. I classici fish & chips e le meat-pies li trovate in tutti i pub, consiglio le pastries della Cornovaglia. Tra i migliori pub, c’e’ l’Admiralty in Trafalgar Square, chiamato cosi’ in onore dell’ammiraglio Nelson, la cui statua svetta sulla piazza.

LUOGHI PRINCIPALI DI RIMORCHIO

La movida londinese e’ variegata ed elettrizzante. Ci sono tre tipi di locali e discoteche dove rimorchiare le gnocche: turistici, alternativi, posh.

– Turistici (Piccadilly, Leicester Square, Covent Garden)

La maggior parte dei locali che attirano i turisti sono nel pieno centro. Trovate gnocche di tutte le nazionalita’ e sono abbastanza facili ma il livello non supera quasi mai il 7. A queste disco si aggiungono Ministry of Sound e Fabric. Il primo e’ rinomato per essere uno dei club migliori al mondo per la musica dance, sul secondo non mi esprimo perche ci sono allergico. In entrambi gira tanta droga. Durante la settimana ci sono i party studenteschi, se riuscite ad entrarci e non apparite troppo grandi, potete rimorchiare bene ma mai sopra il 7. Se amate le latinas, trovate sudamericane

e spagnole molto carine al Walkabout di lunedi’ sera. Di lunedi’ funziona bene anche l’Heaven, solitamente aperto agli omosessuali. Di martedi consiglio il Gem Bar per gli over 30. Nella sala inferiore propongono lezioni di ballo latino fino alle 22 per poi offire balli liberi sempre con tematiche latino-americane. Trovate molte in milf in questa serata. In questo tipo di locali vi consiglio di gettarvi subito sulla preda dopo esservi scambiati non piu’ di due sguardi o la vedrete nelle braccia di qualcun altro. La competizione e’ tanta, quindi non perdete tempo. Ci sono dei locali interessanti all’O2 Arena a North Greenwich ma sono aperti solo il fine settimana e trovate solo inglesi.

Esempi: Zoo Bar, Piccadilly Institute, Tiger & Tiger, O’Neill, Rumba, Gem Bar, Inferno, Café de Paris, Walkabout, Heaven, Ruby Blue, 02 Arena

– Alternativi (Shoreditch, Camden Town, Brixton)

Dove si riversa gran parte dei giovani inglesi e gli stranieri che vogliono sentirsi cool. I locali hanno musica indie-rock, old school hip-hop, punk. Ci si diverte molto ed e’ facile conoscere gente, il problema e’ mantenere certi rapporti nel lungo periodo. Bazzicavo in queste aree appena trasferitomi a Londra, ottimo per i giovani.

Anche qui durante la settimana ci sono i party studenteschi, se riuscite ad entrarci e non apparite troppo grandi, potete rimorchiare qualche perla. Durante la settimana ci sono eventi o concerti particolari sponsorizzati da brand famosi, tipo MTV e Redbull, e il rimorchio e’ fattibile. Trovate anche le gallesi e scozzesi.

Esempi: Cargo, Mothers 333, Catch 22, Underworld, Electric Ballroom, 93 Feet East, Proud Camden

– Posh (Mayfair, Kensington & Chelsea, Marylebone)

Secondo me questi sono i migliori per la qualita’ dei locali e la qualita’ della gnocca, locale e internazionale. Di solito per entrare bisogna essere gia’ accompagnati da ragazze o essere nella guestlist. Il costo e’ di 20 gbp senza consumazione per maschi e femmine dopo le 23. Prima delle 23, le ragazze di solito entrano gratis. Per risparmiare soldi e non perdersi questo tipo di serate, ci si puo’ iscrivere a qualche meetup esclusivo. Non si paga nessuna quota ma l’organizzatore seleziona le persone che faranno parte del gruppo in base a determinati fattori: presenza fisica, status sociale, capacita’ interpersonali. Che io sappia, l’unico gruppo meetup posh che ti fa pagare una quota annuale (50 gbp) e non seleziona le persone e’ DZ (nome completo in privato) il quale organizza delle serate in alcuni clubs, non i migliori, e porta sempre qualche gnocca con se’, qualcuna pure escort, tra l’altro una che mi trombai in Estonia anni fa, il mondo e’ piccolo. I tavoli e i prive’ non son garantiti, dipende dalla disponibilita’. Il locale ha piu’ interesse a offire i suoi servizi a chi paga di piu’. Se nella serata che volete andare voi ci sono calciatori, attori o musicisti, dovete rivedere un po’ i piani. Come accade dovunque piu’ le donne sono belle e piu’ si alza il livello di difficolta’. Il range spazia dal 7 al 9. Poi varia dalla nazionalita’ della gnocca.

Per esperienza con le occidentali e asiatiche e’piu’ facile perche’ hanno gia’ i soldi e ti scopano senza problemi se piaci. Le estiche contano prima quanti soldi hai e poi magari vengono a letto, eccetto le russe, discorso a parte. Una sottocategoria dei locali posh, sono i members club. Qui trovate gli sceicchi, i reali di vari paesi, e i cosidetti “socialite” e sono inaccessibili se non conoscete un membro. Il livello di gnocca e’ 8-9 ma le possibilita’ sono minime se non si fa parte di questa cerchia chiusa.

Esempi: Chinawhite, Loulou, Mahiki, Roof Gardens, Boujis, Cuckoo, Jalouse, DSTRKT, Funky Buddah

METODI DI RIMORCHIO ALTERNATIVO

Tinder – La app e’ diventata il mezzo numero uno per rimorchiare velocemente. Se la utilizzate bene e ci dedicate il giusto tempo, potete concludere e tutto quello accennato sopra sulla movida passa in secondo piano. Ovvio, nei locali e nelle disco si fa principalmente per divertirsi e non per rimorchiare.

Meet Up – Si possono trovare meet up di ogni genere. Consiglio quelli di scambio culturale e lingustico. A molte ragazze piace la lingua italiana come suono e sono interessate a impararlo. Come detto in precedenza, alcuni meet up organizzano serate esclusive nei locali top di Londra.

Swinger – Ci sono tanti ritrovi

nei centri naturisti per coppie e singoli, soprattutto fuori Londra. L’entrata e’ di solito sulle 20 gpb ma la scopata non e’ assicurata. Voi pagate per rilassarvi nella Jacuzzi, sauna e bagno turco. Tutto cio’ che viene dopo, e’ tanto di guadagnato. Scordatevi le milf estiche, la maggior parte sono grasse e inguardabili ma qualche perla si trova sempre. Da evitare il Rio’s club. Consigliato l’Eureka vicino a Longfield, nel Kent.

E’ scontato dire che in una citta’ culturalmente ricca come Londra, trovate mille posti, tra cui musei e teatri, dove passare il tempo con la gnocca dopo che l’avete abbordata in disco, su Tinder o al Meet Up.

TIPOLOGIE DI GNOCCA

Come in ogni megalopoli che si rispetti le gnocche arrivano da tutto il mondo ed il bello di Londra e’ proprio questo, offre di tutto anche per quelli con gusti difficili.
Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 3)
– Inglesi di Londra

Gnocca 5. Quelle della zona centrale vengono da famiglie benestanti o ricche. Nonostante non siano avvenenti si aggiustano e possono essere considerate passabili. Sono in media le discendenti degli anglosassoni mischiati con normanni ed ebrei e come fisionomia son simili ai francesi. ESEMPIO: LILY ALLEN/KEIRA KNIGHTLEY. In questa categoria trovate anche la gnocca 8-9 ma e’ rara e per uomini dello stesso ceto. Rimorchio fattibile con le gnocche 6-7, difficile con le poche che superano il 7. Se una e’ strafiga di solito non e’ di Londra e finche’ non si adatta alla vita londinese, e’ abbastanza facile. Quelle di provincia (zona 4 in su) vengono da famiglie povere per gli standard londinesi. Molti discendono dai celti rimasti sul suolo inglese durante l’invasione degli Angli. ESEMPIO: ADELE/KATE MOSS. Rimorchio facile con quella che sembra Adele, meno con quella che sembra Kate Moss.

– Inglesi d’Inghilterra

Gnocca 6. Molte si trasferiscono a Londra per studiare o lavorare. Generalmente piu’ belle soprattutto quelle mischiate con i vichinghi e gli Juti ma meno alla moda delle londinesi. Le piu’ belle arrivano dal Kent e Canterbury, le vere discendenti degli Juti, molte bionde con gli occhi azzurri. ESEMPIO: EMMA BUNTON/HOLLY WILLOUGHBY.

Poi ci sono anche quelle more o rosse che vengono principalmente dallo Yorkshire e West Midlands (mischiate con scozzesi, gallesi e irlandesi e i romani) queste sono in media prosperose e selezionate spesso per lavori di glamour o nudo che il buon @ir_pelato altamente apprezza. Simili a quest’ultime troviamo le gnocche dell’Essex. Tipe strarifatte, lampadate e tamarre che non passano inosservate. Rimorchio possibile, da provare se vi piace il genere.

– Anglosassoni non europee

Le irlandesi, americane, canadesi, australiane, neozelandesi e sudafricane bianche sono un’ottima comunita’ a Londra. A differenza delle inglesi apprezzano molto le altre culture e tutto cio’ che non riguardi solo L’America, Spagna, Malta e Cipro… Io puntavo queste con discreto successo ed ho trovato i neozelandesi di una simpatia incredibile.

– Sudamericane

Una volta poco presenti sul territorio, brasiliani e simili sono ormai numerosissimi a Londra. Generalmente appartengono a famiglie benestanti o ricche, quindi a fidanzarsi con una di queste si fa proprio bingo per rapporto qualita’ estetica ed economica. Meno facili delle anglosassoni ma meritevoli di corteggio. Molte vivono nella zona di Notting Hill.

– Africane

Discendono dalle colonie inglesi, generalmente meno belle di quelle francesi. Ho avuto una scappatella con una nigeriana gnocca 8 che me l’ha fatta sudare (ma alla fine non me l’ha data) perche’ devota e presa dalla Bibbia e da Dio. Le trovate nelle disco di musica afro o hip-hop old school. Quelle nate in Inghiliterra sono in media maleducate, tamarre e cafone, quelle immigrate dall’Africa sono piu’ gentili, umili e acculturate.

– Indiane e

medio-orientali

L’india era la colonia numero uno dell’impero britannico quindi potete immaginare la presenza massicia delle indiane (e pakistane) a Londra. A me non piacciono, esiste qualche perla ma le piu’ belle son quelle rimaste in India. Delle medio-orientali mi esprimo solo sulle iraniane, grandissime tope, da provare. Ci sono anche le israeliane che si assimilano nella comunita’ ebrea.

– Asiatiche

Quelle del sud-est sono presenti per via del compagno/marito trovato a casa loro, quindi sono gia’ occupate o di una certa eta’. Le coreane, giapponesi e le gnocche di Taiwan sono ricche e scopano con l’italiano senza problemi. Alcune sono belle, altre no. Preferisco quelle di Taiwan.
Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 3)

– Latine europee

Le spagnole sono le piu’ facili per rapporti occasionali, seguono a ruota le italiane, le portoghesi e le francesi. Le iberiche le trovate nelle disco piu’ tamarre in assoluto. Le nostre amate melanzane le trovate pure nelle disco piu’ tamarre ma anche in massa agli eventi organizzati dal consolato o dai gruppi italiani su FB.

– Germaniche

Le tedesche e affini sono in molti ma di fisionomia e caratteri simili alle inglesi e per questo si assimilano molto facilmente. Navigando sui gruppi di meetup, potete infiltrarvi nelle loro serate se volete. Il discorso meetup vale anche per le scandinave che comunque a Londra sono poche.

– Balcane, rumene, ungheresi

La presenza di bulgare e rumene sta aumentando ma non ho esperienze in merito e non so ancora dove reperirle. Un amico conosceva un locale dove si ritrovavano i rumeni ma scordatevi la qualita’ del Bamboo o locali simili. Per serbi, croati etc non so nulla. Ho un’amica ungherese, gran gnocca ma amiche ungheresi non ne ha.

-Slave occidentali

Le cecoslovacche sono poche, preferiscono le vicine Austria e Germania. Quelle che si trasferiscono a Londra fanno le au-pair o babysitter e non superano i 25 anni. Le polacche sono un’altra storia. Sono numerosissime nel Regno Unito e di conseguenza a Londra. Per incontrarle ci sono i gruppi di meetup polacchi e i vari locali o anche Tinder e’ molto utilizzato da queste zoccolone. Rimorchio facilissimo. Piu’ facile a Londra che in Polonia, parlo per esperienza e non sentito dire.

Ex-CCCP

Capitolo russe, che sta a cuore a me e ai russofili del forum. Le russe, in particolare quelle col soldo pesante, sono concentrate nell’area di Chelsea e Kensington e frequentano sia la zona in cui vivono, ovviamente, che Mayfair. Prediligono il DSTRKT e il Boujis. Ci vorrebbe una recensione a parte su come rimorchiare le russe di Londra ma mi limito a dire che se vi presentate bene vi divertite alla grande. Parlo di russe ricche di famiglia o in carriera (livello 7-8), non di modelle, escort, gold diggers o mantenute (livello 9,10), questa seconda tipologia di russe e’ inarrivabile per il comune mortale ma sono allo stesso tempo meno interessanti e molto superficiali. C’e’ una buona presenza di gnocche kazake col grano veramente pesante. Le ucraine e le bielorusse sono poche ma in aumento. Tante lituane ma poche estoni e lettoni. Le piu’ gnocche tendono a fare le escort.

LUOGHI COMUNI SU LONDRA E GLI INGLESI

1) A Londra il tempo fa schifo.

Si, come in tutta l’Europa germanica e slava. Il tempo e’ pazzerello, potete ritrovarvi con 10 gradi a gennaio o con 10 gradi a luglio. Puo’ piovere da un momento all’altro e puo’ arrivare il sole subito dopo come se non avesse mai piovuto. Una cosa buona e’ l’assenza di nebbia, cosa che in Padania mi dava molto fastidio.

2) A Londra si mangia male

Grande boiata. Non so da dove salta fuori questo luogo comune falso. Se gli inglesi mangiano male non vuol dire che gli stranieri devono fare lo stesso. Ci sono supermercati di varie fasce. Da Mark & Spencer e Waitrose trovate i prodotti migliori. Tesco, Iceland e Morrison sono di qualita’ inferiore. Sainsbury’s sta nel mezzo. Se siete nostalgici della vera cucina italiana, potete andare nei negozietti italiani del centro e trovare ingredienti Made In Italy. Quest’ultimi costano di piu’.

3) Tutto costa tanto a Londra

Dipende. Affitti e trasporti hanno prezzi esagerati per via dell’eccessivo capitalismo. Il resto costa meno che in Scandinavia per via delle varie promozioni come accennato sopra. Se poi uno vuole andare a teatro, mangiare nei ristoranti di lusso, fare il fenomeno in disco tutti i giorni non bastano neanche 10 mila gbp al mese.

4) Le ragazze inglesi sono brutte e grasse

Dipende. Quelle che vediamo al mare alle Baleari, Malta e Canarie sembrano che facciano cagare ma comunque dietro c’e’ un paese con tanti miscugli genetici e a volte saltano fuori perle incredibili. Come detto precedentemente quelle discendenti dagli Juti/vichinghi sono di una bellezza rara ma purtroppo non rappresentano la media. Le inglesi hanno un portamento orribile paragonato alle estiche o alle latine e l’abbigliamento di molte lascia a desiderare. La caratteristica fisica migliore sono gli occhi e quella peggiore sono le gambe storte.

5) I maschi sono tutti come Rooney

Magari! Ci sarebbe pochissima concorrenza e le gnocche sarebbero tutte nostre. La realta’ e’ che i ragazzi sono piu’ belli delle femminucce, sempre che non si rovinino con l’alcol in giovane eta’. In natura, l’inglese ci sta dentro per via dei mix del passato non tanto lontani. Io prendo sempre come esempio Beckham, Gerrard e Lampard. Il primo, discendente degli Juti, il secondo mix di celtici e il terzo mix di anglosassoni e normanni. E ne vedo piu’ cosi che simili a Rooney.

6) Ci sono troppi stranieri, specialmente musulmani

Gli stranieri in generale sono una grande risorsa per Londra. Londra non rappresenta l’Inghilterra ma rappresenta l’Occidente. Tutto cio’ che i bianchi hanno fatto negli ultimi 500 anni, nel bene o nel male, lo vedete a Londra. Rigano tutti dritto e si pensa a lavorare duro e a divertirsi molto (work hard, play hard). C’e’ effettivamente un problema Islam e di manipolazione intellettuale da parte degli estremisti islamici sui giovani arabi nati nel Regno Unito. Ma la componente occidentale, filo-americana e il sentimento di solidarieta’ verso il prossimo sono molto forti.

7) Gli inglesi autoctoni sono razzisti, falsi e freddi

Non sono razzisti ma ignoranti. Sono cresciuti con la convinzione che la loro lingua e cultura siano le migliori e che tutti parlino inglese per una questione divina. Attenzione, non credono di essere i migliori a priori, come pensano i francesi, ma solo certi aspetti della loro cultura. Molto vedono gli Stati Uniti come punto di riferimento, non l’Europa. Sono paradossalmente i piu’ europei di tutti a livello genetico, ma non si sentono europei. Gli inglesi migliori, da un punto di vista culturale, sono quelli che risiedono all’estero. Non sono falsi, ma diplomatici. Questo e’ un aspetto che in un mondo del genere porta piu’ vantaggi che svantaggi. I londinesi sono socievoli nei loro gruppi di nativi e puo’ essere difficile farseli amici. Gli inglesi del nord, equivalenti ai nostri meridionali, sono piu’ veraci, simpatici e accoglienti.

8) Gli italiani sono tutti pizzaioli e camerieri

Grazie a Dio no. Ho conosciuto tanti ragazzi e ragazze con buone e ottime mansioni. Chi ha studiato economia, medicina o ingegneria sembra fare carriera con grandi soddisfazioni. Chi ha studiato altro trova comunque un buon lavoro magari con salari piu’ bassi. Per chi ha studiato le arti, cinema e musica, come il sottoscritto, ci sono tante opportunita’ e la gente vi prende sul serio. Gli italiani sono ricercati e validi, hanno una preparazione culturale e universitaria che ha pochi eguali.

9) Londra e’ mezza posseduta da russi.

Un’altra boiata. Il 40 per cento e’ controllato da inglesi ed ebrei. Il 60 per cento e’ gestita da (in ordine di importanza) americani, arabi, russi, indiani e cinesi. E non parlo solo dell’immobile ma anche di industrie, commercio, trasporti, ect. I possedimenti stranieri degli immobili stanno spingendo la classe media fuori da Londra.

10) Ci sono citta’ migliori dove vivere

Verissimo. Ci sono citta’ migliori anche di New York, San Paolo, Mosca, Tokyo, Sidney ed etc. Io stesso preferisco citta’ medio-grandi tipo Barcellona, Monaco, Stoccolma, Praga, Vienna. Secondo me ci vuole il giusto equilibrio e citta’ come queste lo danno. Londra puo’ essere stressante se ci vivi e avere ritmi assurdi. Per questi motivi puo’ non essere per tutti. Deve essere comunque paragonata alle megalopoli citate sopra, non alle realta’ piu’ piccole. In molti dicono “Londra ti da’ tanto, ma ti toglie altrettanto”.

Spero che questa guida/recensione su Londra sia utile a chiunque passi da queste parti. Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 3)

Lascia un commento