IL BORDELLO DI ROBOT SESSUALI

“CONSENSUALE” CONTROVERSO AFFERMA DI ESSERE IL PRIMO AL MONDO” Fin dalla loro ideazione, le bambole sessuali robotiche, molte delle quali sono stranamente realistiche, hanno sollevato preoccupazioni sul fatto che potrebbero erodere l’importanza accettata del consenso. Ora, una società sta tentando di rispondere a queste preoccupazioni creando il primo bordello di robot sessuali “orientato al consenso” del mondo […]

“CONSENSUALE” CONTROVERSO AFFERMA DI ESSERE IL PRIMO AL MONDO”

Fin dalla loro ideazione, le bambole sessuali robotiche, molte delle quali sono stranamente realistiche, hanno sollevato preoccupazioni sul fatto che potrebbero erodere l’importanza accettata del consenso.

Ora, una società sta tentando di rispondere a queste preoccupazioni creando il primo bordello di robot sessuali “orientato al consenso” del mondo – dove i clienti devono impegnarsi in una conversazione con i robot prima di fare sesso con loro.

Il bordello, che verrà chiamato Eve’s Robot Dreams se si apre, è attualmente in fase di crowdfunding, secondo la sua pagina Indiegogo – ma prevede di aprire in California entro il 2019.

E il punto, secondo la fondatrice Unicole Unicron, un esperto di etica dei robot, è quello di “costruire un mondo in cui i robot siano trattati con il rispetto che meritano, quindi non contribuire a una potenziale ribellione dei robot in futuro”.

Per garantire un rapporto armonioso tra i visitatori e i loro partner bionici, gli ospiti sono tenuti a conoscere i loro robot prima di “trascorrere del tempo in un ambiente privato” – sia da Eve o prima che arrivino, tramite un’app.

“Gli ospiti possono iniziare a costruire una relazione con il loro nuovo compagno scaricando l’app Realbotix sul proprio telefono”, si legge nel sito. “Quando visitano Eve possono interagire con il compagno che hanno già iniziato a conoscere, o con qualcuno che non hanno ancora incontrato”.

Se un cliente preferisce flirtare con il proprio robot di persona, prima di fare sesso con lui, può farlo nel bar del bordello.

Una volta che esiste una “relazione”, tuttavia, il bordello funzionerà come un tipico – con una sessione privata che costa $ 122 (£ 93) ai clienti per fare sesso con un robot, o $ 10.000 (£ 7,600) se un cliente desidera essere il robot “primo.”

Le bambole che non possono interagire sono disponibili anche per $ 60 (£ 45).

Nonostante l’aspetto “consensuale” del bordello, ci sono ancora preoccupazioni – specialmente con l’opzione verginità, che è stata definita “inquietante” su Twitter. 

Ma secondo la campagna, la “preoccupazione principale” del bordello al momento è l’igiene e la pulizia – poiché i robot devono essere adeguatamente disinfettati prima di ogni nuovo ospite dallo staff.

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 3)

Per garantire la pulizia e la sicurezza, gli ospiti possono anche acquistare il proprio inserto vaginale o anale da inserire nei robot “solo loro e loro”.

Per quanto riguarda i tipi di robot con cui gli ospiti potranno fare sesso con Eve, rappresentano “gli attuali desideri maschili nel campo delle bambole del sesso”, secondo Unicole Unicron, con Harmony, il volto robot di Eve, creato basato su “lo stile del corpo e del viso più comunemente ordinato da Real Doll”.

Tuttavia, ci saranno varie “bambole sessuali in silicone inerte con teste di robot” femminili da scegliere quando si apre Eve, secondo la campagna, oltre ai robot che hanno una forma femminile e un pene.

Attualmente, la campagna per il sesso consensuale su Android ha raccolto solo $ 2,634 (£ 2,009) con l’aiuto di nove sostenitori – l’uno per cento dell’obiettivo da $ 155,000 (£ 118,265).

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 3)


Lascia un commento