Facebook paga ai lavoratori assunti $ 15 l’ora per visualizzare contenuti offensivi violenti …

Moderatori di contenuti di Facebook che usano droghe e sesso sul posto di lavoro per far fronte ai sintomi di PTSD Le moderazioni dei contenuti di Facebook hanno rivelato le estreme conseguenze che derivano dallo stress di rivedere costantemente materiale grafico e offensivo, secondo un nuovo rapporto del Verge . I moderatori dei contenuti di Facebook hanno sede in una […]
Moderatori di contenuti di Facebook che usano droghe e sesso

Moderatori di contenuti di Facebook che usano droghe e sesso sul posto di lavoro per far fronte ai sintomi di PTSD

Le moderazioni dei contenuti di Facebook hanno rivelato le estreme conseguenze che derivano dallo stress di rivedere costantemente materiale grafico e offensivo, secondo un nuovo rapporto del Verge .

I moderatori dei contenuti di Facebook hanno sede in una struttura in Arizona, gestita dal fornitore di contratto Cognizant, in cui i dipendenti hanno detto al sito Web di tecnologia di far fronte all’uso di droghe e al sesso mentre erano al lavoro.

I moderatori dei contenuti, la maggior parte dei quali vengono pagati $ 15 all’ora, sono assunti per guardare attraverso un flusso costante di contenuti che include barzellette offensive, possibili minacce e video di decapitazioni e omicidi. 

Ai moderatori vengono assegnati due intervalli di 15 minuti, una pausa pranzo di 30 minuti e nove minuti di “tempo di benessere” durante una giornata di lavoro. 

Tuttavia, gran parte del tempo speso per queste pause è per l’attesa in lunghe linee di bagni dove, secondo quanto riferito, tre banchi del bagno vengono utilizzati per centinaia di lavoratori. 

A volte queste bancarelle sono usate come luogo per le persone che fanno sesso per far fronte allo stress elevato che viene fornito guardando contenuti grafici e offensivi per il loro lavoro. 

Alcuni lavoratori usano anche le stanze delle infermiere della struttura per fare sesso, che è diventato un tale problema lo scorso anno che l’azienda ha rimosso le serrature dalle porte delle stanze.

The Verge ha anche riferito che i dipendenti hanno confessato di usare droghe e alcool per intorpidire il dolore e lo stress psicologico. Alcuni fumano regolarmente marijuana mentre lavorano e altri hanno spesso scherzato l’un l’altro sul “bere per dimenticare”.

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 3)

Un ex moderatore di contenuti ha detto che ha persino iniziato a portare la pistola alla struttura Cognizant per proteggersi dagli ex dipendenti. Ha detto che era preoccupata per le minacce violente fatte da dipendenti licenziati al momento. Sebbene abbia lasciato la compagnia, ha detto che dorme ancora con una pistola durante la notte.

L’ex operaio disse che vedere tutti quei contenuti lo portò a credere ad alcune delle teorie cospirative a cui era esposto al lavoro, tra cui alcune che sostenevano che l’11 settembre non era un attacco terroristico o che il massacro di Las Vegas coinvolgeva più uomini armati.

Ha detto al Verge che gli è stato diagnosticato un disturbo da stress post-traumatico e ansia generalizzata. 

moderatore facebook

Un consigliere di Cognizant ha negato il rischio che i moderatori dei contenuti contrattuali sviluppassero il PTSD, secondo il Verge . Il consulente ha anche affermato che alcuni di loro potrebbero sperimentare una “crescita post-traumatica”, in cui possono diventare emotivamente e mentalmente più forti.

Un portavoce di Facebook ha rilasciato una dichiarazione in risposta al rapporto, citando che la società ha determinati standard in merito a “benessere e supporto”.

“Apprezziamo il duro lavoro dei revisori dei contenuti e abbiamo determinati standard sul loro benessere e supporto”, si legge nel comunicato. “Collaboriamo con partner globali altamente affidabili che hanno standard per la loro forza lavoro, e facciamo rispettare questi standard con regolarità punti di contatto per garantire che l’ambiente di lavoro sia sicuro e solidale e che siano disponibili le risorse più appropriate. “

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 3)

In un’altra dichiarazione di Facebook, un portavoce di Cognizant ha dichiarato che il fornitore del contratto ha esaminato le questioni menzionate nella relazione The Verge e ha preso le misure appropriate. 

Cognizant ha “in precedenza intrapreso azioni laddove necessario e ha adottato misure per continuare a rispondere a queste preoccupazioni ea qualsiasi altro sollevato dai nostri dipendenti”, si legge nella dichiarazione.

Oltre a offrire un programma di benessere completo a Cognizant, incluso un lavoro sicuro e di supporto cultura, supporto telefonico 24×7 e supporto consulente in loco per i dipendenti, Cognizant ha stretto una partnership con i principali consulenti HR e Wellness per sviluppare la prossima generazione di pratiche di benessere. “

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 3)

Lascia un commento