Turkmenistan

Il Turkmenistan, la cui capitale è Asgabat, è uno stato dell' Asia centrale confinante con l'Afghanistan, l'Iran, il Kazakistan e l'Uzbekistan. quindi chiedete informazioni agli esperti di gnocca e fatevi raccontare le loro esperienze con le donne locali;ricordatevi poi di lasciare una recensione dei vostri viaggi della gnocca e raccontateci quante belle ragazze avete conosciuto e rimorchiato

Recensione:
Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 3)
E’ una ex repubblica sovietica, situata a Nord Est dell’Iran e bagnata dal Mar Caspio. Gran parte della superficie è desertica, ma il sottosuolo è ricco di gas. Circa 5 milioni di abitanti, è indipendente dal 1991 e da allora ha perseguito una politica di neutralità, o per meglio dire di isolamento internazionale. Teoricamente una Repubblica Presidenziale, di fatto una dittatura da operetta: il primo presidente “a vita” (morto nel 2006) rinomino’ i giorni della settimana e dei mesi con il nome suo, della madre e di altri “eroi”. Scrisse una specie di vangelo che ando’ ad affiancare il Corano nelle scuole, invalido’ tutti i titoli di studio conseguiti prima della sua ascesa al potere (paralizzando le scuole e gli ospedali) e dissemino’ la capitale di statue dorate sue e di sua madre.

ASHGABAT

è la capitale, circa 700.000 abitanti. Negli ultimi anni ha cambiato faccia, grazie ai proventi dell’esportazione del gas hanno costruito incredibili palazzi faraonici di marmo bianco con cupole dorate, fontane lunghe chilometri illuminate da luci colorate. E palazzi residenziali di 8-10 piani tutti uguali, sempre in marmo bianco, con appartamenti di lusso. Mai visto niente di simile, sembra una città svizzera in stile arabo, ma piu’ ricca, pulita e ordinata (ma come PIL procapite siamo ai livelli della Tailandia). Di sera non gira nessuno ma è pieno di poliziotti che ti impediscono di fotografare i palazzi governativi e ti indicano dove puoi camminare. Naturalmente in periferia il panorama cambia totalmente, con casette povere a un solo piano.

I TURKMENI o meglio LE TURKMENE

C’è meno mescolanza di razze rispetto agli altri paesi Centro Asiatici. Il 90% sono Turkmeni puri, scuretti di pelle, occhi e capelli neri, somigliano ai Turchi. La maggior parte delle donne veste in modo tradizionale, con foulard e trecce. Le ragazze mediamente non sono particolarmente belle, il livello è molto piu’ alto in Uzbekistan per fare un esempio. Ma anche qui si possono trovare delle perle, soprattutto quando hanno nelle vene un po’ di sangue russo.

CURIOSITA’ E INFORMAZIONI

I tappeti persiani con quei disegni che andavano di moda da noi negli anni 70 arrivano da qui (anche se si chiamano Bukhara o Persiani). E qui è nata una famosa razza di cavalli, l’Akhal-Teke, simbolo nazionale. Sempre interessanti i bazar. Chi compra una macchina riceve gratis dallo Stato 120 litri di benzina al mese. Luce, riscaldamento, acqua, scuola e assistenza medica sono gratis. Ma lo stipedio medio è sui 300-400$ al mese, e il tasso di disoccupazione è molto alto. I ragazzini perdono troppi giorni di scuola perchè obbligati a partecipare a troppe manifestazioni e cerimonie ufficiali di propaganda. La scuola è teoricamente gratis per tutti, ma esistono scuole migliori che bisogna pagare sottobanco per potervi accedere.

La valuta locale è il (nuovo) Manat, che vale 35 cents di dollaro americano, che è accettato ovunque. Una birra costa 2-5$, una cena in un bel ristorante dai 10 ai 50$ a seconda se si beve roba locale (vodka) o di importazione. Ci sono 4 o 5 hotel di standard internazionale, costo camera da 60$ a 300$ circa.

VISTI e COLLEGAMENTI

Il governo non incoraggia il turismo, che è ammesso solo in gruppi organizzati e controllati. Piu’ facile ottenere visti d’affari tramite ditte locali o in occasione di fiere e congressi. Molto difficile per i Turkmeni ottenere il passaporto e il visto di uscita dal paese. Dall’Italia si puo’volare con Turkish o con Lufthansa.

LA GNOCCA

Per la free direi che è durissima. Per cultura le turkmene sono riservate e non possono permettersi avventure. Inoltre non sono cosi’ abituate allo straniero. Ciononostante nei locali si vedono molte belle ragazze anche non accompagnate, che si possono dividere in 3 categorie: quelle che ti sorridono sono delle pro, quelle che ricambiano i tuoi sguardi sono pronte ad un corteggiamento a patto che termini con un vantaggio economico per loro (sono cioè delle semi-pro), quelle che non ti guardano sono avvicinabili solo con promesse di rapporto duraturo.

DOVE TROVARE LA GNOCCA

Molti locali sono stati chiusi. E ultimamente il governo ha decretato l’orario di chiusura per tutti i bar, ristoranti e discoteche alle 11:00. Il che rappresenta un grosso problema per chi è in città per affari e si puo’ liberare solo dopo cena. Fortunatamente, dopo le 11:00 e fino all’una restano aperti i bar degli alberghi. Il BRITISH PUB è un bel bar-ristorante con tavolo da biliardo. Al piano di sopra cè una discoteca, meno interessante visto che comunque chiude alle 11. Il KAPET-DAG è un ristorante fatto da salette private a forma di Yurta (tipica tenda dei nomadi centroasiatici) con riscaldamento e mega-TV, dove si puo’cenare e (se in buona compagnia) lasciarsi andare molto piacevolmente, in tutta privacy. Anche qui c’è una discoteca annessa.

Come accennato, dopo le 11 restano aperti i bar degli hotel. In ognuno di questi bar si trovano 5-10 ragazze pro. La tariffa è fissa a 150$ ma si puo’ ottenere uno sconto quando si avvicina l’orario di chiusura. Spesso l’atmosfera è un po’ desolata vista la scarsa affluenza, sembra un po’ di tornare ai tempi dell’URSS, ma in compenso le ragazze hanno un atteggiamento simpatico a prescindere che si concluda o no. La maggioranza di queste sono di origine russa o comunque non turkmene al 100%. Infatti si trovano anche delle belle biondine naturali. Io ho provato l’ultima volta una ragazza di padre Russo e madre Iraniana, bellissimo viso e fisico longilineo, ottimo social time ma prestazione non esaltante.

Da notare che le ragazze di un hotel non sono autorizzate a salire nelle camere di un altro hotel. E portare in camera una ragazza da fuori non è facile, bosogna “convincere” l’addetto alla sicurezza.

Allego il link di un bel servizio fotografico:

http://www.theatlantic.com/infocus/2013/06/the-city-of-white-marble-ashgabat-turkmenistan/100528/
Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 3)

Lascia un commento