Armenia

Recensione presa dal web

Fate un bel viaggio della gnocca e del sesso in Armenia magari facendo una vacanza nella capitale Erevan e non ve ne pentirete visto il quantitativo di belle ragazze e di gnocca inestimabile;

image

il paese offre molto in termini di belle donne e divertimento; ricordatevi poi di lasciare  una recensione dei vostri viaggi e raccontateci quante belle ragazze avete conosciuto e rimorchiato e con cui avete fatto sesso

Recensione presa da http://www.gnoccatravels.com/

Salve a tutti, ho da diversi anni questa mia passione per la cultura degli armeni, essendo anche laureato in una facoltà umanistica, mi sento quantomai attratto da quella terra caucasica che è tanto piena di storia quanto di arcani misteri; anche se il mistero più grande, per ora, sono le fanciulle in essa presenti.
Culturalmente è noto che ha ALCUNE assonanze culturali e storiche con l’Europa, ma di fatto è uno stato mediorientale (di fede cristiana) a tutti gli effetti.

image

Vi sono presenti tutti i crismi di un’economia capitalista natta dalle ceneri di una repubblica facente parte del territorio dell’ex Unione Sovietica, quindi ex paese comunista: disoccupazione al 2011 di almeno il 6%, salari bassi (a prescindere dal loro potere d’acquisto,

lo stipendio tipico è di 150 €uro mensili), scarso tenore di vita della popolazione (che può essere sia un bene che un male, a seconda dei punti di vista…), etc….
Sullo scarso tenore di vita, posso confermarvi, che, vedendo alcune immagini di appartamenti e case “popolari” presenti sui siti di alcune agenzie di compravendita di immobili del posto, non sono particolarmente disastrate,

ma nemmeno sono uno splendore: diciamo che rasentano l’appartamento del tipico studente universitario fuorisede. Ci siamo capiti?

image

La popolazione, che dire della popolazione? Da ciò che ho LETTO (e quindi NON vissuto), in media gli armeni della repubblica d’Armenia (quelli della diaspora hanno spesso assunto le caratteristiche degli stati di cui sono diventati cittadini), sono di norma ospitali e se vedono un europeo o un occidentale sono loro stessi a fermarlo per disquisire assieme a lui: viene visto come una curiosità.
Almeno… questo è ciò che ho letto, non posso confermare.
Poi vi è da fare la solita distinzione tra la capitale e il resto del paese: la differenza tra Yerevan o un villaggio qualsiasi di montagna, è abissale: basti pensare che nei villaggi, molti, nemmeno sanno l’inglese e sono a digiuno di Facebook e Youtube (tuttavia, poco male…).
Metà della popolazione vive a Yerevan, il restante è sparso per la nazione.
C’è chi consiglia di trovare donne non tanto nella capitale (c’è sempre un rischio di frode sentimentale/economica…), ma in giro per il paese, consigliato è il lago Sevan (quello vicino all’ex[?] nemico Azerbaijan), spesso frequentato dai locali, famiglie e gruppi di amici.
Ma ora passiamo alla questione essenziele: LE DONNE ARMENE.
Come già detto: non ne conosco di persona, ma da ciò che ho avuto modo di comprendere, bisogna scordarsi che la tipica ragazza armena è una Kim Kardashian della situazione, semmai ben l’opposto.
Sono molto tradizionalisti, difficilmente un padre darebbe mai in sposa la propria figlia ad uno straniero, ma la statistica dei matrimoni misti, negli ultimi anni, sta salendo, e anzi, posso personalmente confermare, che un ragazzo che conosco di vista e che prende il treno assieme a me (avrà all’inrcirca 30 anni e non è il massimo della bellezza, anzi, è pure stempiato!) si è sposato l’anno scorso con una ragazza armena, quindi… direi che le unioni tra le due etnie non sono una situazione così fuori dal mondo (almeno spero).
Se una donna armena si sposa con un uomo straniera, è essenziale, che questa continui a portare il proprio cognome originale e che lo passi ai suoi figli (magari accanto a quello del marito).
Continuando. Si sposano tra coetanei, l’età della coppia tipica è di 25 anni lei e di 28 lui; quando lei si sposa va a vivere in casa della famiglia di lui, e questo non è un fattore di poca importanza, visto che una famiglia armena è tipicamente plurigenerazionale: all’interno della stessa casa possono vivere più generazioni.
Però, c’è un “però”, vi è da dimenticarsi del sesso facile, ribadisco: questo è un paese mediorientale, quindi, se si vuole trovare una donna da sposare, dovrebbe andare più che bene, o comunque per una storia seria. Direi di dimenticarsi delle storielle all’ombra dell’Ararat!
Cosa ne penso delle donne armene. Sinceramente non posso parlare al riguardo, non ne ho mai conosciute, ma per ciò che ho avuto modo di apprendere, sembrano essere la versione umana degli amesha spenta, ovvero gli angeli di Ahura Mazda nella religione zoroastriana: appaiono fedeli, dolci, educate, sensibili, romantiche, curatrici della casa e della famiglia. Insomma… un po come erano le nostre nonne e le donne delle generazioni precedenti alla loro.
Hanno ben distinto i ruoli di genere tra maschio e femmina.
Ovviamente, ribadisco: questo è ciò che ho avuto modo di recepire navigando per vari forum e punti di discussioni in inglese, quindi stranieri.

Però da quello che ho capito, come femminilità, l’armena, batte mille a zero molti altri paesi.
E questo è quanto, se sai qualcosa di più ti ringrazio; comunque a ottobre credo di dover partire per un “giro di ricognizione”. Speriamo bene!

image
Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 3)

Lascia un commento